Esplosione del serbatoio

L'esplosione è caratterizzata dal rapido rilascio di enormi quantità di energia. Questo fenomeno comporta molte minacce. Le esplosioni sono spesso accompagnate da un improvviso aumento di temperatura e pressione, emissione di radiazioni (ad esempio sotto forma di fulmini o impulsi luminosi di un'esplosione nucleare o onde acustiche (il più delle volte è lo stesso suono o un colpo speciale di un colpo. Non è senza senso che questo fenomeno incontrollabile riempia le persone di paura.

Quali superfici sono potenzialmente esplosive? Molto spesso, aderiscono alle superfici in cui l'atmosfera potrebbe esplodere in caso di potenziale pericolo. Un'atmosfera esplosiva viene messa in contatto con una speciale miscela di sostanze infiammabili nell'organizzazione di gas, vapori o nebbie, ovvero miscele con aria in condizioni atmosferiche in cui le temperature sono troppo elevate. Vale la pena sapere che nei materiali esplosivi solo scintille o un arco elettrico possono provocare un'esplosione.

Le aree a maggior rischio di esplosione sono m.im. fabbriche chimiche, raffinerie, stazioni di servizio, centrali elettriche, fabbriche di vernici, officine di verniciatura, stazioni di servizio, nonché veicoli, impianti di trattamento delle acque reflue, aeroporti, mulini per cereali o cantieri navali. L'accensione nei suddetti luoghi porterebbe a esplosioni, i cui risultati sarebbero enormi. Certamente causerebbero enormi perdite materiali e metterebbero a repentaglio la vita umana.

Per prevenire questo danno, non bisogna mai sottovalutare l'azione preventiva della protezione antideflagrante. Leggi, informazioni e standard speciali sono stati sviluppati in molti paesi per ridurre al minimo il rischio di esplosione ed eliminare potenziali danni. In luoghi a rischio di esplosione è necessario installare un sistema che garantisca la sicurezza di eseguirli tutti.