Consumo di carne gus 2015

Il momento in cui la carne utilizzata di solito esiste in un luogo culinario e ha la definizione di un conglomerato tissutale da cui è importante il tessuto muscolare, ottenuto dalla macellazione o dalla selvaggina. La maggior parte degli abitanti del continente europeo considera la carne una bevanda a base di importanti ingredienti alimentari che arricchiscono la sua dieta quotidiana con proteine, mentre i grossisti di carne sono responsabili della fornitura ai consumatori di prodotti di origine animale. & nbsp; La carne come fattore nel cibo umano è in circolazione sin dalla preistoria, quando il consumo di proteine ​​animali si presentava come un mezzo economico per fornire al corpo grandi dosi di energia. Probabilmente, l'esperienza della vita della carne arrivò a un livello di glaciazione, quando, sfortunatamente, si trattava di ottenere cibo vegetale e mangiare carne era uno degli elementi standard della sopravvivenza.

Locerin

L'attività dei grossisti di carne è talvolta boicottata da vari movimenti vegetariani, i cui rappresentanti considerano il consumo di prodotti a base di carne come un lavoro non etico, come conseguenza dell'uccisione di organismi viventi. L'emergere del vegetarismo è stato creato facendo riferimento alle dimensioni amichevoli e salutari della produzione alimentare basata sul macello degli animali da macello e spesso sugli animali allevati in condizioni di allevamento industriale. L'esistenza del vegetarismo in qualche modo minaccia l'esistenza di un magazzino di carne, perché poi si pensa di promuovere una dieta senza carne. Bene, il vegetarismo si chiama esclusione deliberata e deliberata dalla dieta quotidiana della carne, compresi pesce e frutti di mare.

Il veganismo ha il ramo più radicale del vegetarianismo, che è quello di evitare qualsiasi prodotto di origine animale, o non solo carne, ma anche uova, latte e prodotti lattiero-caseari. Esiste un modo attuale di essere associato a determinati movimenti denominazionali, perché il vegetarismo stesso si è sviluppato nel II millennio a.C. nel subcontinente indiano, dove era strettamente religioso. I vegetariani europei non apparvero fino al VI secolo a.C., e Pitagorici sono considerati i promotori di una dieta senza carne. Nonostante molte ragioni morali e appropriate per il vegetarismo, la maggior parte delle persone continua a mangiare carne per le stesse ragioni dell'era glaciale. Fino a quando non verranno creati equivalenti proteici di prodotti animali equivalenti agli animali, il consumo di carne continuerà ad essere standard e i grossisti di carne potranno godere di un gran numero di clienti per molto tempo a venire.